Cecile Bertod – L’assistente Ideale

L’assistente ideale è stato il primo libro autopubblicato dell’autrice Cecile Bertod. Per un periodo non è stato più disponibile per l’acquisto forse perché opzionato dalla casa editrice, ma dopo una rivisitazione grafica e qualche aggiustatina il libro dal 28 Luglio 2016 è di nuovo disponibile su tutti gli store.

L'assistente ideale

Cover Versione Self

Informazioni e trama L’assistente Ideale

Titolo: L’assistente Ideale
Autore: Cecile Bertod
Serie: Stand-alone
Editore: Autopubblicato
Genere: Romance Contemporaneo
Data d’uscita: 28 Luglio 2016 (prima edizione Maggio 2013)
Costo previsto:9.78 cartaceo / € 0.99 eBook
Pagine: 226

Trama L’assistente Ideale: Diciamoci la verità, Adel Simon è una persona normale. Drammaticamente normale. In più detesta la sua vita, detesta essere quello che è e detesta il suo lavoro a Lione. Allora perché parlare di Adel? Perché per una volta e per puro caso le viene permesso di vivere per qualche giorno la vita che in realtà vorrebbe e di essere non più la semplice correttrice di bozze della Seine Rouge, ma un’avvenente escort dallo scintillante guardaroba estivo. Antoine Morel è stato chiaro: per tre giorni dovrà essere impeccabile, l’assistente ideale. E dovrà seguire il famosissimo Kilian Lefevre come se fosse un’ombra, questo almeno fin quando non riusciranno a fargli firmare un contratto per la collana Suggestive. Cosa sperare di più? E’ un sogno, ma c’è un però. Già. Un però davvero insopportabile che si chiama Philippe, costretto a seguirla per impedirle di combinare un pasticcio dopo l’altro. E allora che succede? Be’, potreste leggerlo, no? Oppure, se non vi va, so che è uscito l’ultimo della Kleypas. E la Kleypas non tradisce mai! =) No, scherzi a parte, ci terrei a fare una piccola premessa. IMPORTANTE IMPORTANTE LEGGERE ATTENTAMENTE CHE POI DITE MA NON LO SAPEVO! Di norma, nelle sinossi si parla in terza persona. L’autore. Il romanzo. Cose così. Ma io sono solo io e dato che alla tastiera ci sono proprio io, mi fa un po’ senso parlare di me come se a scrivere in questo momento fosse un altro. Prima considerazione tra tutte, vorrei approfittare di queste poche righe per ringraziare tutti coloro che mi leggono, che mi hanno letta, che mi leggeranno mai e che non conosco. Ci penso tante di quelle volte, non so mai come fare, perché non potete neanche immaginare quanto siate stati importanti per me e per cose molto più serie di una classifica, di una vendita in più. E questa era la prima premessa. Seconda. Questo libro non è recente, in realtà è il primo romanzo rosa che abbia mai scritto. E lo so già da me che c’è differenza tra questo e ciò che scrivo adesso. Sono cresciuta un po’, per fortuna, in gran parte è per merito dei vostri commenti, in parte per chi mi ha seguita fino a oggi e un po’ anche per il mio impegno. Quindi se notate delle differenze, anche se ho fatto il possibile perché fosse all’altezza, vi chiedo scusa già da ora, ma questo è un pezzettino del mio passato che mi è tornato tra le mani e l’alternativa era di chiuderlo nel mio computer. Sì, potevo farlo, ma… Non so, non me la sono sentita. Forse perché è solo merito suo se oggi sono qui. E’ stato il mio primo passo. Quindi nulla, se vi andrà di leggerlo a prescindere, grazie di cuore. E se così non fosse non fa nulla, ci rincontreremo forse altrove, magari in un altro momento. Ma anche non dovessimo incontrarci mai, nel frattempo vi saluto, e vi auguro buona lettura, qualsiasi sia la copertina, qualsiasi sia il libro, qualsiasi sia l’autore. Con affetto Cecile Bertod


OpiFla
4mezzo

Il romanzo è frizzante, esilarante ed emozionante. Sin dall’inizio si viene travolti dalla simpatia della protagonista Adel che una gaffe dietro l’altra ci conquisterà a tal punto da farci passare fame sonno o qualsiasi altro bisogno. A tal proposito, neanche ci fosse bisogno del bugiardino xD vi consiglio di iniziare il libro almeno quattro ore prima che andiate al letto, altrimenti vi ritroverete come me che pensando di leggere solo un paio di capitoli, tanto per addormentarmi con il sorriso sulle labbra, mi sono ritrovata a chiudere il Kindle che era quasi mattina! 😀
Adoro questa autrice ma anche qui ho notato che benché la controparte maschile tenga brillantemente testa alla protagonista e i loro battibecchi siano divertentissimi, questo pover’uomo ha per i miei gusti poco spazio… Insomma Cecile fammi leggere di più su questi uomini! xD
Ogni litigata fra i due è stata buffa ed emozionante allo stesso tempo. Gli altri personaggi sono così ben caratterizzati che alla fine ci sembra di conoscerli davvero.
La storia pur risentendo di qualche ingenuità è molto coinvolgente, non ho fatto altro che sghignazzare, ridere, sogghignare e sospirare di piacere. Lo stile dell’autrice è come al solito irriverente e travolgente.
La Bertod è davvero in gamba, ha la capacità di legarci ai suoi personaggi con divino sarcasmo e molta intelligenza. Leggere i suoi libri è un piacere, di quelli che fanno bene all’anima.
Se amate il genere o anche solo se avete bisogno di qualche ora di puro spasso non potete lasciarvi sfuggire questo libro, che nella sua semplicità e leggerezza vi curerà l’umore lasciandovi soddisfatti e sereni.

Precedente Cecile Bertod - Tutto, ma non il mio tailleur Successivo Maggie Stiefvater - Raven Boys (Raven Boys #1)